Vivere Marghera

Vivere Marghera

PERIODICO DI MARGHERA E DINTORNI Anno 1 numero 5 Ottobre/Dicembre 2010 “dalla città più inquinata alla città più ecologica”

Monique Pistolato, Venezia guida alla città invisibile.Dieci itinerari insoliti e curiosi per calli e canali, Ibis, 2010

Vagabondio sentimentale in una Venezia conosciuta male

Elegante, agile scrittrice di racconti dei quali diremo prossimamente in Vivere Marghera, Monique Pistolato ci propone un suo originale modo di girovagare per Venezia. Lo fa prendendo il lettore per mano, insegnandogli il ritmo  dell’andare lungo le calli, mette dolcemente in guardia contro Venezia-cartolina, ma anche contro la Venezia cialtrona e un po’ losca che pur esiste

“…un’altra saracinesca di qualche prezioso artigiano si abbasserà per lasciare il posto a chincaglierie  made in Taiwan o qualche bàcaro conserverà coem travestimento l’aspetto dell’osteria per servirvi con malagrazia piatti scotti al prezzo di gran ristorante…”

Ma prima di addentrarsi insieme a noi nel dedalo delle calli, Monique dedica alcune divertenti pagine ai foresti che arrivano per la prima volta a Venezia dai tre accessi, Tessera, Santa Lucia, Piazzale Roma, dimenticando però un quarto: quello dei croceristi, che ormai fanno parte del normale flusso turistico della città.

Il vagabondare suggerito dall’autrice si apre con un’acuta osservazione sulla tipicità delle stagioni veneziane, tipicità scandidta, sì, da aevnti mondano-culturali fissi (Redentore, Carnevale, Mostra del cinema…) ma anche da uno svettare dei prezzi d’ogni genere. E, abbandonate queste doverose avvertenze, eccoci le belle pagine sulle voci della città: a noi, veneziani emigrati nella terraferma, ci portano un soffio di nostalgia; le voci di ci spinge il carretto delle merci “…gambe!”, quelle delle bancarelle più o meno fasulle e, perché no?, quello degli allegri schiamazzi notturni degli studenti, che se non ci fossero, vorrebbe dire che Venezia sarebbe interamente consegnata agli illusori lustrini turistici.

Il piccolo libro, però non è e non vuole essere una guida: è un itinerario che, pur con riferimenti sempre più precisi, vien voglia di definire sentimentale in luoghi poco o punto frequentati della città, quindi non aspettiamoci l’ennesima descrizione di basiliche e palazzi vetusti e abbandoniamoci alla scoperta di luoghi poco o punto frequentati della città, un esempio: il parco Savorgnan.

Il regalo più bello è il giro per le isole. Non per quelle più note bensì per quelle più “segrete” che circondano la città: San Francesco del Deserto, San Lazzaro degli Armeni, Sant’Erasmo.

Per tutte, note e meno note, Monique Pistolato fornisce precise schede storico illustrative, senza trascurare di indicare dove si mangia, dove si beve, dove si dorme.

Per ultimo, vi è una scappata –troppo veloce-a Mestre e a Marghera. Monique ci perdonerà se osserviamo che dice poco del divenire di Marghera e delle sue propaggini quali Ca’ Emiliani, la Rana, la prima zona industriale; dice poco della vivezza di un tessuto socio-culturale in rapidissimo avvenire non solo urbanistico.

Ma noi, neobrontoloni margherini,la perdoniamo volentieri e le diciamo “grazie” per l’immagine di una Venezia viva, non polverosa e non tristemente addobbata con maschere ruffiane.

Francesco Moisio

Registrazione del Tribunale di Venezia – Numero 2 del 27/1/2010

Redazione

Aldo Bastasi, Giorgio Comastri, Anita Costanzo,  Marilena De Faci, Marco Donà, Corrado Gasparri, Alessandra Orsolato

Direttore responsabile

Francesco Moisio

Direttore

Francesca Lamon

A questo numero hanno collaborato Denise Fardin, Alberto Pezzato, Daniela Vianello

Stampato in proprio

Via del Rigo 22/C – 30170 Mestre Venezia

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it  ">  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it 

+39.3311030819

Monique Pistolato ©