L'esperienza a Barbiana

Ci sono luoghi, legati ad incontri, che per una qualche ragione sotterranea diventano un filo della nostra tessitura umana. Eravamo alle medie di un quartiere popolare, una classe malandrina che dava il suo daffare a insegnati, preside e genitori. Erano gli anni del baby boom e le aule erano poche e gli scolari tanti, così un giorno si faceva scuola in patronato, un giorno in un istituto vicino, un altro in un prefabbricato. Eravamo nomadi con le nostre cinghie per tenere i libri, le merendine in tasca e i crucci dell'età. Fu lì che grazie ad un giovane insegnante di religione sentii parlare di Don Lorenzo Milani per la prima volta. Infatti, leggevamo i giornali, commentavamo gli accadimenti, ponevamo questioni tra il maschile e il femminile, scoprivamo il mondo... Tutto questo alla luce della Parola. Infatti, come citava il nostro prof la realtà poteva essere letta e vissuta con “in una mano il Vangelo nell'altra i quotidiani”, coltivando lo spirito critico ad ascoltando e esplorando le posizioni degli altri. Così crescendo, ho voluto approfondire la figura di questo prete educatore, pacifista, la cui pedagogia è fondata sul dare parole ai poveri ed eguali opportunità di partenza a tutti attraverso l'educazione e la formazione scolastica e umana. Ciò che colpisce, dalla sua testimonianza, è la radicalità a rinunciare alla classe alto borghese da cui proveniva per stare dalla parte degli ultimi prendendo il loro punto di vista, le lotte, la centralità di condizioni di lavoro e del diritto alla salute. Aveva capito che solo la formazione rende capaci gli uomini di una vita dignitosa, chi possiede strumenti e parole può accostarsi alla vita e alla fede non per tradizione o per ritualità, ma per comprensione di Gesù. Salire a Barbiana è stato scoprire il luogo dell'esilio dove don Lorenzo in una piccola canonica ha dato vita ad una straordinaria esperienza di amore che ha attraversato cinquant'anni di storia con i suoi frutti. Ci restano il suo coraggio e il suo sguardo, da tenere come come un lume nella notte.